Efficienza luminosa… qualche chiarimento

Efficienza luminosa… qualche chiarimento

0
LA LUCE : probabilmente la tecnologia che più si è evoluta negli ultimi anni……
MA ANCORA TROPPO “SCONOSCIUTA”.

Troppe volte ci siamo sentiti e ci sentiamo ancora richiedere le torce e gli illuminatori in funzione dei WATT!
Di seguito cerchiamo di spiegare perché la richiesta così impostata non è corretta, e quali sono i valori e i parametri da prendere in considerazione per scegliere la “giusta luce” per la nostra attività subacquea.

COSA SONO I WATT?

IL WATT E’ L’UNITA’ DI MISURA DELLA POTENZA.

Il WATT indica esclusivamente il consumo.
Non indica né la quantità, né la qualità della luce emessa.

Un paio di esempi:

1) la resistenza di un ferro da stiro da 800w produce calore e infrarosso, ma non luce visibile.

2) una lampadina ad incandescenza da 100w degli anni ’50 produceva poca luce, ma molto calore

LA POTENZA ESPRESSA IN WATT (che nel nostro caso equivale al consumo) RAPPORTATO AL VOLTAGGIO ED ALLA CAPACITA’ ESPRESSA IN AMPERE/ORA DELLE BATTERIE, DEFINISCE LA DURATA DELLA FONTE LUMINOSA.

COSA SONO I LUMEN?

IL LUMEN E’ L’UNITA’ DI MISURA DEL FLUSSO LUMINOSO

Il numero di LUMENS in uscita da una fonte di luce determina la quantità totale di luce emessa.

Questa quantità, rapportata all’angolo di emissione e quindi alla superfice illuminata, determina (alla distanza di 1 metro) la quantità di LUX… che è il grado di illuminazione percepito dall’occhio umano.

La stessa quantità rapportata invece alla temperatura di colore (gradi Kelvin), determina la quantità della luce stessa e quindi la resa cromatica.

 

VEDIAMO ORA COSA SONO LUX E °KELVIN

 

COSA SONO I LUX?

IL LUX E’ L’UNITA’ DI MISURA DELL’ILLUMINAMENTO.
L’illuminamento è una grandezza fotometrica risultato del rapporto tra flusso luminoso (lumen) emesso da una sorgente e la superficie del soggetto illuminato. E’ quindi un valore riferito all’oggetto illuminato e NON alla sorgente.

1 LUX equivale ad 1 LUMEN su 1 metro quadrato di superficie.
Pensate che 1 LUMEN su 1 centimetro quadrato di superficie , sono ben 10.000 LUX!!!

Esempio: Una torcetta da 50 LUMEN (oggi ben poca cosa!) che illumina, ad un metro di distanza, una superficie di 78,5 centimetri quadrati (un cerchio di 10 cm di diametro), produce la quantità altisonante di ben 6.396 LUX!… ma sempre 50 miseri LUMEN restano!

Quindi, per potersi orientare correttamente è necessario riferirsi ai LUMEN, ai gradi di emissione del flusso luminoso ed alla distanza del soggetto illuminato.

COSA SONO I GRADI KELVIN?

IL GRADO KELVIN E’ L’UNITA’ DI MISURA DELLA “TEMPERATURA DI COLORE”.

Più la quantità di gradi KELVIN è bassa, più ci si avvicina all’infrarosso… più è alta, più ci si avvicina all’ultravioletto.
Infrarosso e ultravioletto sono entrambe “luci” non visibili per l’occhio umano!

Un paio di esempi:

1) la temperatura di colore della luce solare diretta, in giornata serena a mezzogiorno, è di circa 5.400 gradi KELVIN.

2) La temperatura di colore della luce diurna, in giornata un po’ nuvolosa a mezzogiorno, è di circa 6.000-7000 °KELVIN. Questo in quanto la luce solare diurna diffusa (non diretta dal sole) subisce il “filtro” dell’atmosfera e delle nuvole che, in parte, contengono umidità (acqua).

ATTENZIONE!: Sott’acqua dobbiamo considerare che l’acqua costituisce un filtro verde/azzurro più o meno forte, dipendentemente dall’ambiente, e che quindi la nostra luce dovrà ripristinare una parte delle tonalità perse… soprattutto il rosso ed i suoi composti.

 

EFFICIENZA LUMINOSA

1) LAMPADINA ALOGENA “ECONOMICA”                 circa 25 lm/W — circa 3.200°K

2) LAMPADINA ALOGENA HLX (Xenophot)              circa 35 lm/W — circa 3.600°K

3) LAMPADINA HID 10-21-24 W                              circa 60 lm/W — circa 5.600/6.000°K

4) LED “CALDO” ULTIMA GENERAZIONE (2015)      circa 65 lm/W — circa 4500/5000°K

5) LED BIANCO ULTIMA GENERAZIONE (2015)       circa 85 lm/W — circa 6.000/6500°K

6) LAMPADINA HID “D2″ 35 W                                 circa 90 lm/W — circa 4.600°K

 

Tutti questi parametri sono considerati nell’uso di illuminatori subacquei in uso continuo con adeguata dispersione termica, e sono chiaramente approssimativi, poiché dipendono anche dalla tensione di alimentazione, dalla sua stabilità e dal tipo di parabola o sistema di riflessione utilizzato.

 

CONCLUSIONI E SUGGERIMENTI

  • ALOGENA HLX: Ottimale per acque tropicali dove esalta i colori, soprattutto la gamma dei gialli e rossi.
  • LED BIANCO/HID 10-21-24 W: Ottimale per acque dolci, torbide e di notte poiché hanno una penetrazione del fluido superiore, pur sacrificando un po’ i rossi.
  • LED “CALDI” O BIANCHI CON CORREZZIONE DEL ROSSO : Il giusto compromesso per tutte le situazioni.
  • HID TIPO “D2″ 35 W: Probabilmente la migliore in tutti i sensi, in tutte le situazioni, anche se un po’ ingombrante.
  • ALOGENA ECONOMICA “DA SUPERMERCATO”: Da evitare.

 

NEL NOSTRO NEGOZIO DI MARGHERA ABBIAMO INSTALLATO UNA CAMERA OSCURA CON L’INTERNO RIPRODUCENTE UN AMBIENTE SUBACQUEO, DOVE E’ POSSIBILE PROVARE VARI TIPI DI TORCE ED ILLUMINATORI (HLX, HID, LED, LED CORRETTI…) COSI’ DA APPREZZARE E CAPIRNE MEGLIO LE DIFFERENZE.

Per una scelta ed un acquisto consapevole del giusto strumento da illuminazione che sia il più adatto alla vostra necessità, alla vostra attività subacquea, alla vostra voglia di “piacere”.

Camera OscuraMaschera Camera Oscura

VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK E CLICCA “MI PIACE” PER RIMANERE AGGIORNATO SU NEWS E PROMOZIONI RISERVATE AI NOSTRI “FOLLOWERS”

Seguici e clicca