Il Coltello Subacqueo, Questo Sconosciuto e Troppo Spesso Snobbato…

Il Coltello Subacqueo, Questo Sconosciuto e Troppo Spesso Snobbato…

0

IL COLTELLO SUBACQUEO, questo “SCONOSCIUTO” e troppo spesso SNOBBATO…..

 

PREMESSA:  Il mare, i laghi, i fiumi, le grotte, i relitti…. sono spesso infestati da cime, sagolini, reti… abbandonate   —  Spesso noi stessi ne facciamo uso.

Trovarsi nella condizione di
doversi “liberare” è un’evenienza POSSIBILE.

 

Come DEVE essere il coltello per un subacqueo:

n Il coltello DEVE esserci in ogni immersione, sia in apnea che con autorespiratore.

n Il coltello DEVE essere adeguatamente affilato e adeguatamente manutenzionato.

n Il coltello non DOVREBBE mai servire : perché, in tutte le immersioni, si dovrebbe porre la dovuta attenzione ed evitare i luoghi e le situazioni di evidente rischio e/o pericolo

n MA….se un giorno ce ne fosse il bisogno, il coltello DEVE avere le seguenti due irrinunciabili caratteristiche:

1)  DEVE ESSERCI ED ESSERE ACCESSIBILE

2)  DEVE TAGLIARE IL MEGLIO POSSIBILE

 

Definiamo ora i corretti parametri per dire come e quanto bene tagli un coltello:

n Un COLTELLO taglia meglio e più velocemente in funzione del grado di affilatura della sua lama e della qualità del metallo utilizzato che è sinonimo di mantenimento dell’affilatura dopo più utilizzi.

n A parità del materiale da tagliare, un COLTELLO taglia più velocemente anche in funzione della permanenza della sua lama sul materiale da tagliare e della pressione esercitata sul taglio.
Queste due caratteristiche si esemplificano in :

— LUNGHEZZA della lama

–  ERGONOMICITA’ dell’impugnatura che consenta una adeguata pressione sul materiale da tagliare.

Ne deriva che, a parità di materiale ed affilatura :
a) un coltello con una lama lunga taglia meglio (più velocemente) di uno con una lama corta
b) che, anche per un coltello a lama corta, la misura e l’impugnabilità del manico è fattore determinante per la qualità/velocità del taglio.

 

 Manutenzione di un coltello subacqueo in acciaio INOX:

 PREMESSE:

n Un coltello in acciaio INOX deve essere costituito di una lega di metallo sufficientemente dura per poter mantenere il filo anche dopo ripetuti utilizzi.

n Tutti i coltelli in acciaio INOX, chi un po’ più, chi un po’ meno (esclusi pochissimi fatti con leghe e metodi molto sofisticati), dopo l’utilizzo in acqua, soprattutto salata, fanno uno strato di ruggine superficiale…. Se non adeguatamente manutenuti.

 

 MANUTENZIONE:

n Tutti i coltelli subaquei in acciaio INOX, dopo qualunque tipo di immersione, vanno accuratamente risciacquati in acqua dolce corrente pulita (fodero compreso), accuratamente asciugati con uno straccio e riposti nel fodero solo dopo che anche questo sia perfettamente asciutto.

n E’ buona abitudine applicare un leggero strato di grasso di vaselina o silicone sulla lama asciutta.

n Dopo un uso impegnativo o dopo molti piccoli utilizzi o, in ogni caso, dopo un certo numero di anni, è opportuno affilare la lama : con le pietre ad acqua (se si è in grado), o portandolo da un buon arrotino.

n Qualora capiti di dimenticare la sopra indicata manutenzione e si formi la ruggine superficiale, è possibile eliminarla utilizzando una spugnetta abrasiva da cucina o, in casi estremi, una tela/carta abrasiva a grana molto fine.

 

PERCHE’ SPESSO VIENE CONSIGLIATO ANCHE UN “SECONDO” COLTELLO ?

n La prima, a volte spontanea, interpretazione e risposta a questo suggerimento è : “..perchè, se perdo il principale, ho l’altro…”

n NO, non è questo il motivo corretto !… quanto meno NON il motivo principe.  —  La ragione sta nella diversa posizione/collocamento del secondo coltello.   Infatti, se dovessi restare impigliato e, a causa di questo non riuscire ad accedere al coltello principale, mi servirò del “secondo coltello” che avrò fissato in posizione diametralmente opposta al primo.

 

E’ POSSIBILE SOSTITUIRE IL COLTELLO CON ALTRI STRUMENTI PER TAGLIARE ?

n In linea di massima SI, e questo soprattutto se riferito al “secondo coltello”.

n Altri strumenti da taglio efficaci ed efficienti possono essere delle buone forbici / tronchesi o del buoni taglia-sagola

n In linea di principio strumenti come forbici e/o taglia-sagola a volte possono risultare più efficaci di un buon coltello….Perchè?…:
—- Perché per tagliare efficacemente con un coltello è necessario che la cima o il sagolino o la rete siano tesi, o passati per “doppino”.  In questo ultimo caso noi avremo bisogno di utilizzare entrambe le mani per eseguire il/i tagli.
—- Invece con le forbici o con un taglia-sagola potremo fare gran parte del lavoro con una mano sola.

n QUINDI:  l’idea di utilizzare al posto di un “secondo coltello” un paio di buone forbici/tronchesine o un taglia-sagola va presa in considerazione.

 

ESISTONO COLTELLI CHE NON ABBIANO BISOGNO DI MANUTENZIONE ?

n Per i coltelli e tagliasagola è possibile acquistare quelli con lama in titanio (materiale non ossidabile) che tuttavia è decisamente più difficile da affilare.

n Esistono anche alcuni tipi di acciaio con trattamenti particolari (tipo H1 giapponese) che sono “quasi totalmente” non attaccabili dalla ruggine.  Una certa manutenzione è tuttavia consigliata.

n Sicuramente queste due alternative sono valide anche se un po’ più costose del classico acciaio “inox”.

 Aquatica srl

 

 

Seguici e clicca